Homepage

La stazione

1 commento

L’edificio della vecchia stazione delle ferrotranvie si erge sullo sfondo delle piazze di Arzignano.

La stazione, oggi fermata delle corriere delle Ferrovie Tranvie Vicentine, resta a testimonianza della vecchia ferrovia che serviva la Vallata e collegava con la città di Vicenza.

Il tratto Vicenza-Valdagno venne aperto nel 1880, mentre soltanto nel 1903 venne attivato il tratto che da Montecchio Maggiore portava ad Arzignano – Chiampo.

Agli inizi fu una compagnia inglese con capitale belga a realizzare gli impianti. Vi furono poi mutamente e per molti anni la Banca Popolare di Vicenza resse il servizio. Nel 1916 la società ferrotranviaria fu dichiarata fallita e subentrò la Marzotto e l’on. Gaetano ne assunse la presidenza. Nel 1919 il capitale sociale venne portato a 5 milioni. La data storica nella vita della ferrovia è il 26 maggio 1929 quando venne inaugurata l’elettrificazione dell’intera linea.

Il servizio della “vaca mora” – così erano affettuosamente chiamate le vecchie locomotive – e delle successive motrici elettriche rimase attivo fino ai primi anni ’60, quando venne sostituito dai trasporti su gomma.

 

Rispondi