Homepage

Kim Young-ha: L’impero delle luci. Un romanzo psicologico con tutta la tensione di una spy story.

2 commenti

Impero delle luci

Kim Young-ha

L’impero delle luci

Metropoli d’Asia

Kim Kiyong è il tranquillo proprietario di una piccola società di importazione di film stranieri. I suoi affari vanno piuttosto bene, con sua moglie Mari e la figlia adolescente Ayong non ci sono problemi particolari. La sua è la normalissima vita di un cittadino di Seoul. Un giorno apparentemente simile a tutti gli altri, Kiyong si sveglia con una forte emicrania, presagio che qualcosa nella sua quotidianità sta per incepparsi. Tutto inizia nella più opprimente delle routine, ma un messaggio nella sua casella di posta elettronica infrange l’illusione di questa apparente normalità e ci svela un segreto tenuto nascosto per anni con grande abilità: in realtà Kiyong è una spia nordcoreana, mandata a Seoul vent’anni prima e lasciata a se stessa a lungo, tanto da farle credere di essere stata dimenticata dai suoi mandanti. Invece, al Nord qualcuno si ricorda improvvisamente di lui e gli ordina di rientrare a Pyongyang. In meno di ventiquattr’ore. La sua vita si sgretola, mostrandogli che nessuno è quello che sembra, né tra gli affetti più prossimi, né nel mondo dei Servizi segreti.

Rispondi