Homepage

Rebecca e la pioggia: Mostra Fotografica di Monika Bulaj. In Biblioteca dal 9 Dicembre 2014 al 10 Gennanio 2015

1 commento

crescere

Rebecca e la pioggia
Viaggio tra i cristiani del profondo Sudan

Mostra Fotografica
di Monika Bulaj

Biblioteca Civica
9 Dicembre 2014 – 10 Gennanio 2015

01

Nel suo viaggio nel  Sudan Meridionale (devastato dalla guerra e da una crisi umanitaria in continua progressione) Monika Bulaj, fotografa e scrittrice, ha incontrato nelle regioni meridionali del Paese la tribù dei dinka, genti straordinarie, delle quali ha voluto generare una testimonianza fotografica.
“ La guerra, di cui nessuno ricorda l’inizio, ha inghiottito generazioni. Non ci sono anziani; solo nugoli di bambini, e poi, ovunque, uomini giovani, appoggiati al fucile come fosse un bastone da passeggio, a far nulla. Rosa e Rebecca, le due donne senza corpo, mi portano nell’universo femminile dei dinka. Il fiume delle donne che vanno a lavorare nei campi si gonfia, ma è una fila di gente zoppa, storpia e malformata come in un quadro di Brueghel Il Vecchio. Eppure, quei corpi segnati ballano, saltano e cantano. Ridono, soprattutto. E ridendo vincono anche la disgrazia più tremenda.” (Monika Bulaj)

Monika Bulaj
Fotografa e scrittrice, si occupa dei confini estremi delle fedi. Scrive e fotografa per: La Repubblica, D, Io Donna, National Geographic, EAST, GEO, Gazeta Wyborcza. Tra i libri pubblicati: “Libya Felix”, Bruno Mondadori 2003, “Gerusalemme perduta” con Paolo Rumiz, Frassinelli 2005, “Figli di Noé”, Frassinelli 2006, “Rebecca e la pioggia, viaggio tra i cristiani del profondo Sudan”, Frassinelli 2007. Regista del documentario sul Caucaso “Figli di Noé” (produzione Lab80 film,2006, 94 minuti). In uscita i libri: “Genti di Dio”, Frassinelli 2006; “Aure”, Jaca Book, 2007.

La mostra è organizzata in collaborazione con CESAR – Fondazione Mons. Cesare Mazzolari Onlus, impegnata da oltre 14 anni a sostenere progetti a favore delle popolazioni che vivono nel territorio della Diocesi di Rumbek, nel Sud del Sudan. Con questa mostra fotografica, la fondazione crede di aver assolto a una delle sue funzioni essenziali: quella di testimoniare, raccontando attraverso queste fotografie l’esistenza di un popolo dimenticato. www.cesarsudan.org

Il giorno sabato 20 dicembre dalle 10 alle 12 sarà presente il Dott. Maurizio Contolini , consigliere di amministrazione e volontario di CESAR per incontrare il pubblico e illustrare lo scopo della mostra e della Fondazione.

Rispondi