Homepage

Mostra fotografica in occasione dei 50 anni del Cineclub Passo-8 di Arzignano. 25 Gennaio – 19 Febbraio 2016 in Biblioteca

3 commenti

crescere CROP

 

Biblioteca Civica
25 Gennaio – 19 Febbraio 2016

Una mostra fotografica ricorda i 50 anni del Cineclub Passo-8 di Arzignano

Filatura Tecchio

 

Erano i primi giorni di dicembre del 1965 quando un gruppo di amici appassionati di riprese cinematografiche amatoriali decisero di condividere il comune interesse unendosi in un gruppo ufficialmente costituito per potersi regolarmente incontrare e aprirsi all’attenzione dei concittadini con iniziative culturali.

L’atto di fondazione fu steso dal notaio Pagani e così prese avvio la lunga storia del ‘Cineclub Passo-8’ con il nome che faceva riferimento alla tipologia della pellicola che era allora il mezzo principale di cine-ripresa alla portata di tutti.

Furono prodotti alcuni filmati che, nello specifico settore amatoriale, oggi costituiscono dei documenti storici tanto che sono stati acquisiti dalla Cineteca Regionale. Tuttavia di lì a poco, l’introduzione del formato Super-8, pur con qualche facilitazione operativa, risultò nefasto dal punto di vista della resa tecnica per cui finì rapidamente abbandonato. Nel contempo entrarono nel Club alcuni amatori di fotografia e così tutti i Soci si orientarono con rinnovata passione verso questo modo di riprodurre la realtà visiva anche se veniva a mancare la peculiarità del movimento. In sostanza il Gruppo si trasformò in ‘Fotocineclub’ anche se mantenne sempre il primitivo nome e anche il primitivo nucleo di appassionati, con l’intramontabile e valorosissimo Presidente dott. Tino Dal Molin.

Seguirono anni di intenso lavoro con l’organizzazione di Mostre espositive anche nazionali, Concorsi fotografici (il famoso ‘Grifo d’oro’), serate e gite culturali aperte a tutta la popolazione, raccolta di documentazione fotografica storica e attuale ecc. Nel contempo si intraprese anche la lodevole attività editoriale producendo opere che sono divenute un patrimonio importante della bibliografia locale.  Ricordiamo: la ristampa anastatica della “Storia di Arzignano” di Oreste Beltrame, il grande volume “ Cara Arzignano…” e quello relativo alla “Storia del Calcio-Arzignano”; intanto iniziò anche la collaborazione con la locale Banca Popolare arzignanese per la prestigiosa serie del Calendari illustrati, finch’essa non trasmigò in quella di Verona.

Il più recente sviluppo della tecnologia fotografica in senso sempre più automatico e la diffusione di apparecchiature di ripresa digitali, che hanno mandato in pensione la ‘camera oscura’, hanno anche impoverito il senso di scambio di informazioni tecniche e la sottile soddisfazione di organizzare incontri di proiezioni fotografiche tra soci. Tuttavia gli appartenenti al Gruppo hanno continuato a coltivare il loro hobby sia pure in maniera più personale e riservata.

Questa mostra, accolta inizialmente nella sede della Banca Mediolanum, ne è una testimonianza che vuole sia documentare la continuità del sodalizio, sia ricordare l’importante traguardo dei 50 anni dalla fondazione. Si tratta, per la verità, quasi di una miniesposizione, se rapportata alla ben più feconda produzione fotografica specie di alcuni soci sempre presenti ed attivi con ormai modernissime apparecchiature digitali. Lo scopo è sempre quello di documentare e conservare in occasione delle più varie manifestazioni cittadine, magari anche per consentire in futuro una nuova edizione di “Cara Arzignano… “ con le immagini della nostra gente e della nostra città relativi a questi ultimi nostri 50 anni.

Rispondi