Homepage

La Biblioteca di Arzignano e la Pro Loco di Arzignano ricordano il Prof. Ettore Motterle nell’ottantesimo anniversario della nascita.

0 commenti

Crescere-estate-250x250

La Biblioteca di Arzignano
e la Pro Loco di Arzignano
ricordano il Prof. Ettore Motterle nell’ottantesimo anniversario della nascita.

ETTORE MOTTERLE
 
29 Settembre 1936 – 17 Gennaio 1973
Motterle 1
Nato ad Arzignano compie i primi studi ad Arzignano poi a Vicenza, si laurea in lettere presso l’Università di Padova con uno studio storico-letterario ed artistico sull’architetto vicentino abate Domenico Corato. Insegna ad Arzignano ed in altri centri della Valle del Chiampo per poi diventare Preside di scuola media inferiore a Crespadoro, Montorso Vicentino e Castelgomberto. Gli studi Universitari e il servizio alla città nei vari settori di attività amministrativa politica e culturale sono essenziali per Motterle, il quale dedicherà tutta la sua vita allo studio della storia, dell’arte, della letteratura della terra vicentina, in particolar modo della valle che gli ha dato i natali. Già nel 1959, ancor prima di concludere gli studi universitari, incomincia la sua ricerca accurata di documenti d’archivio, di bibliografie per la storia di Arzignano prediligendo sempre, quando è possibile, l’analisi del fatto artistico. Anche nella vita politica arzignanese Ettore Motterle dà il suo contributo ricoprendo il ruolo di segretario di sezione per la Democrazia Cristiana, inoltre è componente della commissione comunale di edilizia e delle attività culturali. Consigliere regionale di “Italia Nostra” diventa anche Presidente del C.A.I. di Arzignano negli anni 1968 – 1969. Collabora assieme al Comm. Bortolo Fracasso alla inventariazione ed alla schedatura degli edifici di interesse storico ed ambientale dei comuni di Arzignano e di Chiampo, firmando con lui alcuni articoli e documenti. Nel 1963 dirige, assieme al Prof. Maugeri, il comitato organizzativo della “Mostra antologica dei dipinti conservati nelle chiese arzignanesi”, tenuta nella Chiesa di San Rocco allo scopo di richiamare l’attenzione dei cittadini sul patrimonio artistico arzignanese e sull’opportunità di procedere al restauro conservativo di molti dipinti. Nel 1969 e nel 1970 segue e dirige i lavori di ricostruzione della chiesetta del Castellaro a Nogarole Vicentino. Prolifico nel campo letterario, pubblica in 14 anni numerosissimi articoli sulla storia e sull’arte di casa nostra collaborando con le riviste: Il Chiampo, Vicenza, Castellum, Bollettino del Centro di Architettura Andrea Palladio. Di lui ci restano 56 scritti, soprattutto sulla storia e sull’arte di Arzignano; la morte precoce lo colse prima di poter realizzare e firmare, assieme a Giovanni Mantese, i due volumi della “Storia di Arzignano”. Alla sua memoria sono dedicati i volumi “Valle del Chiampo. Antologia 1973″ e nel 1975 “Sculture della Valle del Chiampo” di Franco Barbieri per il quale Motterle aveva fornito numerose schede sul patrimonio artistico. Nel 1983, a 10 anni dalla scomparsa, viene pubblicata una breve antologia contenente 59 composizioni in versi intitolata “Non a caso”.
Al Prof. Ettore Motterle è dedicata la scuola media inferiore di Via IV Martiri ad Arzignano.
Possiamo ricordare la “persona” con le commoventi parole dello zio, Prof. Don Tullio Motterle : “… aveva l’impulsiva impazienza, il generoso fuoco dei giovani, ma anche una matura saggezza raggiunta col sacrificio volontario, con una perseveranza meticolosa e puntigliosa. Sincero e onesto, inadatto ai compromessi della politica, ma di una dirittura convinta e tenacemente perseguita… e ha voluto bene a tutti , alla sua città, alla montagna, alla natura, al paesaggio, all’arte e alla storia della nostra valle: frammenti di un vasto lavoro documentato e di estrema serietà, sono rimasti frammenti già belli in sé, che il nostro amore dovrà raccogliere e ordinare perché il suo dono sia perenne.

Scarica qui la bio-bibliografia di Ettore Motterle in PDF

 

GLI SCRITTI DI ETTORE MOTTERLE

 

Origine della Chiesa d’Ognissanti, in “Il Mattarello”, 1959

Sulla nascita e i primi tempi di Ognissanti, in “Ognissanti, 1960

Una lettera sui restauri della Chiesa di Ognissanti, in “Il Giornale di Vicenza”, 1960

L’antica Chiesa dei SS. Pietro e Paolo a San Pietro Mussolino, in “Il Chiampo”, n. 3, 1961

S. Bartolomeo di Arzignano: la Chiesa e il campanile, in “Il Chiampo”, n. 4, 1961

Sei secoli di storia delle istituzioni assistenziali e ospedaliere di Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 5, 1961

La cappella del nuovo ospedale, in “Bollettino parrocchiale di Arzignano” n. 1, 1962

Assedio e voto nel 1413. Storia e leggenda, in “Il Giornale di Vicenza”, 1963

Mostra antologica dei dipinti conservati nelle Chiese arzignanesi. Catalogo, 1963

Testimonianze preistoriche nella pianura tra il Guà e il Chiampo, in “ L’avvenire d’Italia”, 1963

Risale alla fine del secolo XVI la più antica sede comunale, in “Il Giornale di Vicenza”, 1963

La sede municipale negli antichi documenti, in “Il Giornale di Vicenza”, 1963

La pavimentazione di piazza libertà è un problema di estetica cittadina, in “Il Giornale di Vicenza”, 1963

Il monumento ai caduti della valchiampo, in “Il Gazzettino”, 1964

Una necropoli longobarda scoperta nel vicentino, in “Il Giornale di Vicenza” e in “L’avvenire d’Italia”, 1966

Alcune vicende dei Cappuccini di Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 34, 1968

Fra Sante da Venezia ad Arzignano, in “Vicenza”, 1968

Ancora sui Cappuccini di Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 35, 1968

I recenti lavori nella Chiesa di S. Bernardino in Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 35, 1968

I ritrovamenti longobardi di Arzignano, 1969

Il monte di pietà di Arzignano, 1969

Salvare la cancellata della Villa Mattarello, in “Il Giornale di Vicenza”, 1969

Lo statuto della comunità di Arzignano nel 1631, in “Il Chiampo” n. 36, 1969

L’investitura e l’esame di abilitazione di un notaio arzignanese del XV secolo, in “Vicenza”, 1969

Il ciborio tardogotico della parrocchia di Chiampo, in “Il Chiampo”, n. 37, 1969

Un intervento di “Italia Nostra” ad Arzignano, in “Il Gazzettino”, 1969

Rilanciare le attività culturali in città, in “Il Giornale di Vicenza”, 1969

I ritrovamenti longobardi di Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 38, 1969

La statua della Madonna dell’Ospedale di Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 38, 1969

Il volto di Chiampo, in “Il Chiampo”, n. 39, 1969

Da Vicenza ad Arzignano e a Campodalbero (la Valle del Chiampo), in “Guida d’Italia del Touring Club Italiano”, 1969

Tradizione e caratteristiche dello stemma del comune di Arzignano, 1970

S. Maria in Allo- Il monte di pietà di Arzignano- I ritrovamenti longobardi, in “Il Chiampo”, n. 40, 1970

Diagnosi riservata per il polittico di S. Maria Elisabetta, in “Il Chiampo”, n. 40, 1970

Le municipalità provvisorie arzignanesi durante l’occupazione francese del 1797, in “Il Chiampo”, n. 42, 1970

“Italia nostra” a difesa di arte e paesaggio, in “Il Giornale di Vicenza”, 1970

Ricostruzione della parrocchiale di Crespadoro nel 1728, in “Il Chiampo”, n. 43, 1970

Per la conservazione della Chiesa e della pala di S. Agata a Tezze, in “Il Giornale di Vicenza”, 1971

Relazione sul centro storico di Chiampo, 1971

Giuliana Zanato, in “Il Chiampo”, n. 44, 1971

“Il Chiampo”. Indice per materie delle annate 1961-1970, numeri trimestrali 1-43. Amministrazione pubblica-arte-cronaca-industria-istruzione-letteratura-religione-scienze-storia-turismo, in “Il Chiampo”, n. 44 inserto, pagg. I-XII

Il verde e il castello di Arzignano, in “Il Giornale di Vicenza”, 1971

Nogarole insegna, in “Il Chiampo”, n. 45, 1971

Le sacre sculture di S. Daniele in Chiampo, in “Vicenza”, 1971

Gli itinerari dell’ EPT per la gita domenicale: l’alta valle del Chiampo, in

“Il Giornale di Vicenza”, 1971

La Chiesa di S. Andrea di Crespadoro e il suo patrimonio artistico, in “Il Chiampo” n. 46, 1971

Un quartiere da proteggere nel vecchio centro cittadino, in “Il Giornale di Vicenza”, 1971

Una pianta del peronio di Vicenza del 1480 c., in “Bollettino del Centro Internazionale di Architettura Andrea Palladio”, 1971

Il castello di Arzignano, in “Castellum”, n. 13, 1971

La Chiesa e il Convento dei Cappuccini di Arzignano, 1972

La Chiesa e il Convento dei Cappuccini di Arzignano. Origine e vicende storiche (parte II), in “Il Chiampo”, n. 48, 1972

Il patrimonio della Chiesa e del Convento dei Cappuccini di Arzignano, in “Il Chiampo”, n. 49, 1972

La Madonna quattrocentesca di Campanella di Altissimo, in “Il Chiampo”, n. 50, 1972

“Liber statutorum” dei comuni di Arzignano e di Valdagno, 1973

Il “Peronio” di Vicenza nel 1481, postumo

Storia di Arzignano attraverso le vicende del Castello, in “Valle del Chiampo. Antologia 1973”, 1973, postumo

 

Rispondi