Homepage

Girls Code it Better: un corso di informatica e materie tecnologiche gratuito riservato alle ragazze.

0 commenti

Crescere banner 250

Città di Arzignano

Girls Code it Better: un corso di informatica e materie tecnologiche gratuito. Riservato alle ragazze.

- Girls Code it better è un progetto riservato alle ragazze della scuola secondaria di primo grado ( 11 – 14 anni).

- Il corso darà la possibilità di imparare a progettare in 3D, sviluppare app e videogame, creare siti web, immergersi nella realtà virtuale o creare robot

- La partecipazione sarà gratuita, su iscrizione e a numero chiuso (al massimo 16 ragazze). In caso pervenissero più di 16 richieste le partecipanti saranno sorteggiate

- gli incontri, da remoto (su Meet)  si terranno ogni venerdì pomeriggio, dal 6 Novembre al 18 Dicembre

- per saperne di più e capire come iscriversi segui le dirette youtube:
Mercoledì 14/10/2020 ore 14:30 all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=2Fdw4CTvNk0
Giovedì 15/10/2020 ore 19:00 all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=feJ_r3QRL8U

Il corso verrà presentato, in forma sintetica anche Sabato 17 Ottobre, alle ore 11.00, presso il teatro Mattarello, in concomitanza con la presentazione del progetto Minimaker

ATTENZIONE!  Abbiamo deciso di organizzare una nuova presentazione in diretta per le ragazze e le loro famiglie Lunedì 19/10 alle ore 19:30.
La live sarà accessibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=QXmhPClNcqg

Ricordiamo che il modulo di candidatura Girls resterà aperto fino al 20/10 quindi è una buona occasione per fare domande in diretta e conoscere il progetto.

Le candidature possono essere inviate attraverso questo modulo: https://girlscodeitbetter.it/candidatura-girls/

Per interagire sarà necessario collegarsi con un account Google o G Suite.

 

Locandina GCIB Arzignano (1)

 

Il progetto ha partecipato al bando ministeriale “STEM 2020″ ed è stato selezionato, ricevendo il finanziamento di 6.000 Euro.

Il progetto, nato partendo dall’esperienza del progetto nazionale “Girls code it better” al quale la Biblioteca di Arzignano partecipa (unico ente non scolastico ammesso), mira al coinvolgimento delle ragazze (11-14 anni) all’interno di un percorso creativo di scoperta delle tecnologie e del mondo imprenditoriale.

Sostenute da due coach esperti, grazie alla collaborazione con l’Associazione Connessioni Didattiche, le ragazze, a gruppi, progetteranno e realizzeranno un prodotto/servizio che soddisfi il tema/problema iniziale proposto loro dai coach, attraverso l’utilizzo delle tecnologie. Il tema sarà scelto dai coach in accordo con l’amministrazione comunale e sarà di potenziale interesse per la comunità. Le ragazze partecipanti, partendo dal tema, analizzeranno il target a cui vorranno rivolgersi, si occuperanno dell’ideazione di ipotesi di progetto, della scelta delle fasi e infine della realizzazione. Attraverso questi step le partecipanti scopriranno come la tecnologia possa diventare strumento attivo e creativo di realizzazione. Passando dal coding, alla robotica e il making le ragazze entreranno nel mondo della produzione digitale in modo critico e consapevole scegliendo strumenti, materiali, fasi e tempi di realizzazione e soprattutto impareranno facendo.

Il progetto verrà realizzato in videoconferenza. Le ragazze in stato di svantaggio economico o tecnologico saranno dotate degli strumenti necessari al collegamento. A tutti verrà fornito il materiale tecnico per realizzare il prodotto/servizio progettato.

Come in tutti gli ultimi corsi, una volta concluso il progetto, si punterà decisamente ad uno sviluppo che coinvolga le ragazze stesse in qualità di “docenti” per altri coetanei, seguendo un modello di peer education che mira alla diffusione della cultura, in questo caso delle materie STEM, attraverso la condivisione e la contagiosità dell’entusiasmo scaturito dai risultati ottenuti, sperando anche in una attenuazione delle misure anti-covid che permettano finalmente incontri in presenza nelle sale della Biblioteca attrezzate per le attività nel campo della robotica, del coding e del making.

Tutto questo, naturalmente, sotto l’attenta guida degli insegnanti di volta in volta chiamati a sostenere e sviluppare i vari progetti e corsi.

Rispondi