Homepage

Sepoltura e cremazione

Ad Arzignano
UFFICIO STATO CIVILE
Piazza Libertà, 12 – Piano Terra Palazzo Comunale
Si occupa di: richieste di cittadinanza, denunce di nascita o di pre nascita, riconoscimento dei figli naturali, assegnazione codice fiscale, attestazioni dello stato civile, pubblicazione e celebrazione matrimonio o unione civile, iscrizione registro stato civile matrimonio religioso, registrazione cessazione del matrimonio (separazione legale), iscrizione registro convivenze e denunce di morte, Sportello Servizi Cimiteriali.

Contatti
Tel. 0444.476552
Fax 0444.476549
PEC: arzignano.vi@cert.ip-veneto.net
Orari
Lunedì 8.30-12.30
Martedì 8.30 – 12.30
Mercoledì 10.00-17.00
Giovedì 8.30-13.30
Venerdì 10.00-13.30
Sabato 8.30-11.30 Solo per denunce di morte e di nascita al 10° giorno

CIMITERO DEL CAPOLUOGO
Via Vicenza, 66
orario invernale (dall’1 ottobre all’ultimo sabato di marzo)
dalle ore 8.00 alle ore 17.00
orario estivo (dall’ultima domenica di marzo al 30 settembre)
dalle ore 8.00 alle ore 18.30

Servizio di custodia
Nei due cimiteri comunali del Capoluogo e di Pugnello, è attivo un servizio di custodia.

CIMITERO del CAPOLUOGO
dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

CIMITERO di PUGNELLO
il martedì e il giovedì dalle ore 14.00 alle ore 15.30

 

SEPOLTURA

Sia per il seppellimento che per la cremazione di un cadavere è necessario munirsi di apposita autorizzazione.
L’autorizzazione al seppellimento viene rilasciata dal competente ufficiale di stato civile.
Per il rilascio di questa autorizzazione è necessario che siano trascorse almeno 24 ore dalla morte e che l’ufficiale di stato civile abbia acquisito il certificato rilasciato da un medico necroscopo o altro delegato sanitario.
L’autorizzazione al seppellimento è rilasciata in carta libera e senza alcuna spesa.
La sepoltura avviene nei cimiteri comunali, non è possibile essere seppelliti al di fuori dai luoghi previsti dalla legge (se non in caso di Sepoltura privilegiata).

CONCESSIONI CIMITERIALI

Il Comune concede il diritto d’uso temporaneo di loculi, tombe di famiglia, cellette ossario e tombe a terra, in apposite aree del Cimitero, per il seppellimento.
La concessione viene fatta solamente in caso di decesso di persona residente nel Comune di Arzignano, o che vi abbia risieduto stabilmente e abbia trasferito la propria residenza in seguito a ricovero presso case di cura, o presso familiari residenti in altri Comuni.
Le concessioni cimiteriali hanno durata trentennale per i loculi, le cellette ossario e le fosse a terra.
Le tombe di famiglia vengono concesse per 99 anni.

Cosa fare
Rivolgersi all’ Ufficio Servizi Cimiteriali, presso l’Ufficio dello Stato Civile per la richiesta della concessione.

Vedi anche:
Regolamento Comunale Polizia Mortuaria

 

CREMAZIONE

Per cremazione si intende l’eliminazione di un cadavere mediante il fuoco. In Italia la cremazione è comparsa per la prima volta nella Legge sanitaria del 1887;  attualmente è disciplinata dal Regolamento di polizia mortuaria (D.P.R. n. 285/1990) e dalla Legge n. 130/2001.
La cremazione di ciascun cadavere deve essere autorizzata dal sindaco del comune in cui è avvenuto il decesso.

La cremazione può essere richiesta dallo stesso defunto attraverso una specifica volontà testamentaria, dal coniuge(anche separato, ma non divorziato) o dai parenti più prossimi. È fondamentale, in questi casi, la chiara manifestazione di volontà.

Cosa fare
Rivolgersi all’ufficio di Stato civile, anche tramite propri incaricati come le agenzie di pompe funebri.
L’Ufficio di Stato civile rilascia l’autorizzazione alla cremazione.

Documentazione necessaria
Per la richiesta di cremazione servono i seguenti documenti:
- iscrizione del defunto ad una società di cremazione;
oppure:
- testamento olografo, scritto a mano, datato e firmato dal defunto, dal quale risulta la sua volontà di essere cremato, che deve essere depositato, anche dopo la morte, presso un notaio per la pubblicazione;
oppure:
- dichiarazione resa dopo il decesso dal coniuge o, in mancanza, dai parenti più prossimi (in questo caso occorre la dichiarazione unanime di tutti i parenti dello stesso grado). La cremazione deve essere eseguita da personale appositamente autorizzato dall’autorità comunale, ponendo nel crematorio l’intero feretro. Le ceneri devono essere raccolte in apposita urna cineraria con all’esterno l’indicazione del nome, del cognome, della data di nascita e di morte del defunto.

Servono inoltre:
- certificato medico che esclude la causa di morte dovuta a reato;
- il nullaosta alla cremazione dell’Autorità giudiziaria, in caso di morte accidentale o sospetta.

Per ottenere l’affidamento dell’urna cineraria i parenti presentano una richiesta specifica che contiene, oltre ai dati anagrafici e di residenza, anche la dichiarazione di responsabilità per la custodia delle ceneri, il consenso ai relativi controlli dell’Amministrazione comunale e l’obbligo di informare il Comune sulle eventuali variazioni del luogo di conservazione.
Con il testamento il defunto può disporre di disperdere le sue ceneri; ciò può avvenire in aree appositamente destinate all’interno dei cimiteri, in natura  (esempio in mare, lago, fiume, bosco) o in aree private all’aperto, con il consenso del proprietario.
Il trasporto delle urne contenenti i residui della cremazione non è soggetto ad alcuna delle misure precauzionali igieniche stabilite per il trasporto delle salme, salvo diverse indicazioni del coordinatore sanitario.

La dispersione in aree private deve avvenire all’aperto e con il consenso dei proprietari, e non può comunque dare luogo ad attività aventi fini di lucro.
La dispersione delle ceneri è comunque vietata nei centri abitati, come definiti dall’art. 3, comma 1, numero 8, del decreto legislativo 285/1992.

PER I CITTADINI STRANIERI
Nel caso di cittadini stranieri l’autorizzazione alla cremazione deve essere rilasciata sulla base delle norme che regolano la cremazione nell’ordinamento giuridico cui il cadavere era soggetto in vita. Va pertanto acquisita una dichiarazione rilasciata dalle autorità competenti del Paese di appartenenza da cui risultino le norme del diritto applicabili ai fini del rilascio della prescritta autorizzazione alla cremazione.

Vedi anche:
Sito Federazione Italiana per la Cremazione
Procedura per l’affidamento delle ceneri
Destinazione delle ceneri – Modulo per la dichiarazione
Richiesta affidamento delle ceneri