Homepage

CONTRIBUTI ASILO NIDO E SUPPORTO DOMICILIARE (VOUCHER BABY SITTING)

Ente di riferimento
INPS

www.inps.it


E’ stato predisposto un contributo economico a sostegno della genitorialità, il contributo è erogato dall’INPS in base alle disposizioni operative pubblicate nella circolare INPS 22 maggio 2017, n.88.

Il premio, fino a un importo massimo di 1000 euro su base annua e parametrato a 11 mensilità (quindi 1000/11= 90,90€ mensili), può essere corrisposto per far fronte a due distinte situazioni:
- a beneficio di bambini nati o adottati/affidati dal 1° gennaio 2016 per contribuire al pagamento delle rette relative alla loro frequenza in asili nido pubblici e privati autorizzati (cosiddetto bonus asilo nido);
- in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari (contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione).
Non è necessario rispettare specifici requisiti di reddito e quindi potranno richiedere il contributo tutte le famiglie con figli.

DESTINATARI E REQUISITI
La domanda di assegno può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato a decorrere dal 1° gennaio 2016, che sia in possesso dei seguenti requisiti:
-  Cittadinanza italiana, oppure di uno Stato dell’Unione Europea oppure, in caso di cittadino di Stato extracomunitario, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, ovvero una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione Europea previste dagli artt. 10 e 17 del D.Lgs. n.30/2007. Ai fini del presente beneficio ai cittadini italiani sono equiparati i cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria (art. 27 del D.Lgs. 19 novembre 2007, n. 251). I cittadini extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno considerato valido ai fini del bonus autocertificano il possesso di tale titolo inserendone gli estremi nella domanda telematica (numero identificativo attestazione; autorità che lo ha rilasciata; data di rilascio; termine di validità).
- Residenza in Italia;
- Il richiedente è il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta;
- l richiedente  deve coabitare con il figlio ed avere dimora abituale nello stesso Comune (art. 5 del Decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223);

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda.
I requisiti devono essere, comunque, posseduti dal genitore minorenne o incapace.

QUANDO
Le Domande dovranno essere presentate, a partire dal 17 luglio 2017 e fino al 31 dicembre 2017

COSA FARE
Nella circolare, oltre alla disciplina di dettaglio concernente l’accesso all’incentivo economico, sono disposte le procedure di presentazione delle domande.
La richiesta si potrà fare online all’INPS attraverso il servizio dedicato che verrà pubblicato a breve sul sito www.inps.it
In alternativa, si potrà fare domanda tramite:
- Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
- enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

CENTRI DI ASSISTENZA FISCALE CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI ARZIGNANO
- CAF Associazione Artigiani Via dei Mille, 38 – Tel. 0444/473600 – Fax 0444/473660
- CAF CGIL Via IV Novembre, 30 – Tel. 0444/452930  – Fax 0444/451763
- CAF CIA Piazza Campo Marzio, 7 Tel. 0444/478.339
- CAF CISL Via IV Martiri, 10 – Tel. 0444/451.372 – Fax 0444/672.211
- CAF UIL Via Gen. Diaz – Tel. 0444/671.640 – Fax 0444/450.962