Homepage

Spirito Armonico: l’anima musicale del mondo.

8 commenti

Città di Arzignano

9, 11, 16, 18 Dicembre

Spirito Armonico
L’anima musicale del mondo ad Arzignano

 crescere CROP

 

“Spirito Armonico”, dice l’Assessore alla Cultura Mattia Pieropan, “è una nuova rassegna del Comune di Arzignano. Nel periodo Natalizio, andiamo alla scoperta della spiritualità dei popoli del mondo attraverso la loro musica, un’armonia dell’anima che ci spinge alla riflessione, fuori dagli stereotipi e dai luoghi comuni.”

9 Dicembre ore 21.00
Egschiglen (Mongolia)

 Chiesetta di San Bartolomeo
Via S. Bortolo

EGSCHIGLEN COLLAGE

Il gruppo EGSCHIGLEN (“Bella Melodia”) viene fondato nel 1991 da studenti in corso di specializzazione al conservatorio di Ulaanbaatar. Ancora oggi quattro di loro sono il cuore della band. Sin dai primissimi passi, i musicisti si focalizzano sulla musica contemporanea della Mongolia ed eseguono ricerche sistematiche pe la dimensione sonora del proprio repertorio con strumenti tradizionali e le tecniche vocali dell’Asia centrale.
Organico affermatissimo nel circuito di World Music europeo, proveniente da Ulaan Baatar, capitale della Mongolia, artefice di un eccezionale sound che coniuga tradizione ad elementi innovativi: uno spettacolo di suoni e colori. Propone un vasto repertorio di odi tradizionali dei monti Altai, danze e canzoni della Mongolia del nord, brani originali e riferimenti di pop songs adattate al loro particolare stile. Il tutto riproposto con l’impiego di un gran numero di strumenti tradizionali, (su tutti il morin khuur, violino a due corde, e lo yatag, sorta di cimbalon o zither con corde metalliche) per un organico di tutto rispetto che esalta le splendide e magiche voci in stile khoomi.

 

 11 Dicembre ore 21.00
Chan yuan Zhao Duo (Cina)

Atipografia – Piazza Campo Marzio 26

Chanyuan_Zhao_6724_by_Lothar_Potnek

Chanyuan Zhao ha iniziato a suonare lo Guzheng, un tipico strumento musicale cinese, all’età di sei anni. Dal 1997al 2001 ha studiato al conservatorio e si è laureata in Arte. Da quando è giovanissima ha preso parte a diverse competizioni nazionali per solisti e compositori ed è stata premiata varie volte.  Lei si esibisce in China come solista o accompagnata da gruppi di musica tradizionale. Dal 2002 ha iniziato a studiare arpa con Monika Wischnowski al Cologne College Of Music. Chanyuan è un artista formidabile sia nelle performance di musica tradizionale cinese che nelle composizioni occidentali, inoltre lei lavora anche con l’improvvisazione. Toccando tutte le tonalità e i suoni dello Zheng, Chanyuan riesce a trasmettere tutta la sua sensibilità e bravura.

16 Dicembre ore 21.00
Vincenzo Zitello (Italia)

Chiesa di Restena

Vincenzo Zitello_4

Compositore,  concertista e primo pioniere dell’arpa celtica in Italia, dal 1972 inizia i suoi studi musicali come violinista e flautista in giovanissima età la sua  formazione è di tipo classico, che ha progressivamente ampliato, attraverso un articolato percorso artistico che lo ha portato ad approfondire diversi linguaggi musicali, ottenendone un  risultato espressivo e personale che afferma una nuova e  inconfondibile identità musicale che attraversa la musica Celtica, Africana e Orientale.
La musica di Vincenzo Zitello segue un preciso orientamento di ricerca che mira ad esaltare le insospettabili potenzialità che dimorano tra le corde delle sue arpe. In  concerto ne utilizza due che vengono suonate in alternanza, l’arpa celtica e l’arpa bardica, due strumenti della tradizione Gaelica con caratteristiche espressive e sonore differenti. Il concerto “l’arco Terrestre”, attraverso un percorso dotato di rigorosa autonomia e di matura sintesi espressiva, si dipana coinvolgente, in un crescendo fatto di lirismi, evocazioni, allusioni, ritmi, variazioni e virtuosismi che invariabilmente rapiscono ed incantano ogni ascoltatore.

18 Dicembre ore 21.00
THE DISCIPLES
Gospel Singers

Chiesa di Villaggio Giardino

DISCIPLES

Esemble gospel proveniente da Charleston (S.C.), I Disciples Gospel Singers sono giovani cantanti e musicisti nati e cresciuti artisticamente nella grande corale “South Carolina Mass Choir”, con la quale hanno sviluppato e affinato tecnica ed esperienza musicale nonchè condiviso la passione per il genere.
Hanno avuto il privilegio di esibirsi attraverso gli States, dalle piccole chiese ai grandi auditorium e teatri nonchè di dividere lo stage con famosi artisti gospel incluso Jonathan Nelson, Tye Tribbett, Karen Clark-Sheard e Dorinda Clark-Cole giusto per ricordarne alcuni.
La loro principale caratteristica è la grande abilità e vasta conoscenza della musica Gospel che include il Traditional Gospel, Contemporary, Quartet e Praise & Worship, aggiungiamo una notevole tecnica vocale che fa di ogni loro canzone una cosa “speciale” che colpisce direttamente il cuore di appassionati e non di questo genere, ed il risultato è un concerto ricco di espressioni e dinamiche armonie.
I Disciples Gospel Singers non si limitano a creare la musica ma, attraverso le loro abilità, cercano di colmare la distanza tra le diverse culture comunicando attraverso un linguaggio universale.

 

F

 

Rispondi