Vai al contenuto

DA MARZO ACQUA ZEROPFAS GRATIS NELLE CASETTE

L’assessore all’ecologia e ai pfas zero Giovanni Fracasso e il sindaco Alessia Bevilacqua: “Un’iniziativa per andare incontro ai nostri concittadini, acqua con zero pfas gratuita grazie ai filtri al carbone installati. Grazie al dottore Giovanni Fazio e a Donata Albiero “

Novità ad Arzignano. Per usufruire delle case dell’acqua installate e finanziate da Acque del Chiampo, nella città di Arzignano, non si dovrà più pagare da marzo. 
Accolta la richiesta del Sindaco, Alessia Bevilacqua, all’Azienda di Via Ferraretta che ha promosso questa iniziativa, grazie alla collaborazione del dottore Giovanni Fazio e di Donata Albiero  dell’associazione CILLSA. Un’idea nata da un lato per favorire l’utilizzo della risorsa idrica dai distributori che hanno i filtri a carbone attivo e pertanto erogano acqua a zero PFAS, e dall’altro per assicurare il risparmio della plastica.

Parte del territorio di Arzignano si trova in zona arancione e presenta, seppure bene al di sotto della soglia di pericolosità,  sostanze perfluoroalchiliche.

 Acque del Chiampo prosegue i lavori per la realizzazione degli impianti di filtrazione di Arzignano e Montecchio Maggiore (oltre 10 milioni di euro di investimenti per l’Azienda), che entro il 2024 saranno funzionanti e avranno una portata di oltre due milioni di metri cubi d’acqua pulita all’anno (pari a 5.500 metri cubi al giorno) ad Arzignano e Montecchio Maggiore.

Un po’ di numeri 

Le case dell’acqua di Arzignano erogano mediamente in un anno 400 mila litri d’acqua, a beneficio della popolazione. 

L’investimento previsto per sostenere l’iniziativa sarà di circa 27.900 euro (di cui € 4.000 per le tessere, € 5.250 per la gestione delle stesse ed € 18.380 per il consumo dell’acqua facendo riferimento ad una stima presunta di distribuzione di circa mille card gratuite). 

Ogni utente (domestico) di Arzignano avrà diritto a una tessera per il prelievo gratuito dell’acqua che potrà essere utilizzata in tutte le case dell’acqua installate nel territorio cocomunale.
Per il ritiro basterà presentarsi allo sportello di Acque del Chiampo nella sede di via Ferraretta con un documento di identità valido e la comunicazione ricevuta a casa, o anche con la propria bolletta ad uso domestico.

Lo sportello è aperto dalle ore 8.30 alle 12.30 da lunedì a venerdì e per eventuali informazioni ci si può rivolgere al numero verde 800 040504.
Alessia Bevilacqua
Sindaco con gestione diretta di Bilancio, Industria, Grandi Opere Strategiche

Altre comunicazioni